Cos'è e come si revisiona la testata? Quali attrezzi occorrono?

Rettificare la testata significa porre in essere quel complesso di operazioni di manutenzione volte a garantire la corretta chiusura delle teste dei cilindri e la sicurezza nel sostenimento delle sollecitazioni e dei surriscaldamenti derivanti dal ciclo di funzionamento del motore.

Diciamo fin da subito che tale procedura comporta tempi di lavorazione e manodopera abbastanza lunghi. Per addentrarci nell’argomento, sfruttiamo un nostro recente caso studio: una Ford Fiesta 1.25 16v, con rottura del fungo valvola e rigatura sul cilindro, dove abbiamo impiegato 15 ore!

Un tempo onesto e sopratutto necessario, come facilmente verificabile nei tempari dei vari software specializzati in autoriparazione. Pertanto anche i costi saranno elevati, sopratutto se ci si affida ad un rettificatore di qualità.

Le attrezzature specifiche adottate per questo lavoro sono il mandafasce, l’alesametro, il prova compressione, la chiave dinamometrica, il goniometro, e la diagnosi elettronica oltre ai classici attrezzi da officina.

Vediamo ora la procedura adottata, tenendo presente che si tratta di linee generali, da adattare al caso specifico che si andrà ad affrontare.

rettifica revisione testata ford fiesta 16v

Rapidità ed affidabilità sono alla base di ogni nostro intervento

In caso d’urgenza, puoi richiedere il servizio fast delivery (salta fila) per ritirare la tua auto in sole 24h!

Quando allarmarsi? I sintomi descritti dal cliente

Da prendere sempre con le pinze, i sintomi che il cliente ci comunica sono la base di partenza per iniziare a farsi un’idea del problema.

Nel nostro caso, il veicolo inizialmente presentava i tre principali difetti in caso di problemi alla testata:

  1. Strappi in accelerazione;
  2. Difficoltà di accensione;
  3. Consumi elevati.

Utilizzata in queste condizioni per circa un mese, dopo, l’auto riusciva sempre ad accendersi ma non ad avviarsi in strada.

Non a caso, i nostri meccanici hanno ricevuto il veicolo grazie all’intervento del carroattrezzi incluso nel premio dell’RCA: abbiamo chiesto direttamente al cliente, durante la sua chiamata di soccorso, se avesse, incluso nei servizi dell’assicurazione, proprio il recupero auto con carro attrezzi. Ricordandogli che poteva essere, con buona probabilità, un servizio per cui lui sta già pagando periodicamente.

Questa è un’ottima azione preliminare per garantire al cliente un servizio di qualità ma a costi contenuti, evitandogli inutili sprechi.

La presa in carico del lavoro

L’auto arriva in officina.

Una volta arrivata, i nostri meccanici hanno proceduto alla vera e propria presa in carico dell’auto, con annessa compilazione della scheda di accettazione cliente.

Oggi imprescindibile, in questa fase si rilevano:

  • Danni perimetrali della vettura;
  • Livello carburante;
  • Adeguatezza dei relativi documenti di circolazione;
  • Orario di presa in carico.

Tutti elementi a tutela del cliente e dell’officina.

L’approccio consulenziale deve andare di pari passo con l’approccio alla relazione con il cliente: inseriamo (o aggiorniamo), immediatamente i dati relativi al cliente nel gestionale della nostra officina!

A questo punto, si comunica al cliente che si effettuerà una specifica indagine diagnostica così da meglio comprendere la natura dei danni per poi successivamente quantificare costi e tempi di riparazione della testata.

Quando bisogna fare la rettifica della testata?

Le casistiche sono svariate, ma di seguito ne vediamo una tra le più frequenti.

Prima di tutto, i nostri meccanici hanno eseguito una diagnosi di prima accensione, da cui è emerso immediatamente un “tre” evidente: l’auto andava a tre cilindri. Quindi siamo passati alla diagnosi elettronica che ha mostrato una mancata accensione del cilindro due. Dopodiché, si è proceduto allo smontaggio delle candele: nel cilindro due la candela era gravemente danneggiata.

revisione testata rettifica candela elettrodo massa valvola cilindro

Si noti la completa mancanza dell’elettrodo centrale e la fusione del contatto di massa.

Un ulteriore step fondamentale è la prova di compressione del cilindro due, da cui è emersa un’assoluta mancanza di compressione!

È inevitabile dover rimuovere la testata.

Il preventivo iniziale di massima e stima dei costi

Con questi dati alla mano, possiamo già iniziare a stilare un preventivo di massima per il cliente: i nostri meccanici gli hanno comunicato che il preventivo iniziale per lo stacco della testa e la visione del danno potrà variare dai 250 ai 300€.

Questo è fondamentale in termini di trasparenza nei confronti del cliente: se dovesse trattarsi di un danno che supera il valore reale dell’auto, il cliente potrebbe decidere (giustamente) di non ripararla.

Presentargli i conti a posteriori potrebbe essere da lui percepito negativamente.

Renderlo invece consapevole dello stato di avanzamento lavori (e dei relativi costi), ci mette in una posizione di correttezza e chiarezza. Che è quella che vogliamo mantenere durante tutta la relazione con il cliente.

Smontaggio della testata

Nell’operazione di smontaggio testa si è eseguito anche lo smontaggio della coppa per la verifica dei pistoni, soprattutto nel secondo cilindro.

Teniamo infatti presente che la fusione totale della candela si è avuta in seguito ad un utilizzo forzato dell’auto, che a sua volta ha provocato la rottura della valvola e della sua sede. Ciò ha reso possibile il verificarsi di indesiderate autocombustioni.

fungo-valvola-tre-cilindri-rettifica-assemini-iglesias

Spesso, questo difetto è anche tipico dei veicoli alimentati a gas. Nel nostro caso, invece, la vettura è un benzina (senza impianto GPL).

Circa il preventivo finale, è importante sottolineare che solo a questo punto è stato possibile inviare al cliente la quantificazione esatta del prezzo da pagare per rifare la testata. Ovviamente abbiamo anche invitato il cliente a recarsi in officina per la visione del danno, ma soprattutto per la firma di accettazione da apporre sul ordine di lavorazione stesso.

Danni aggiuntivi, revisione testa e pulizia piano motore

Purtroppo, una volta rimossa la testa, è stata scoperta una rigatura nella parte alta del cilindro numero due (v. foto). La rigatura è lieve, ma va comunque eliminata.

Per evitare di rettificare i cilindri, con conseguente sostituzione dei pistoni, smontaggio blocco motore ecc., i nostri meccanici hanno optato per una riparazione “vecchio stile”: con carta smeriglio, grana 400, hanno proceduto a levigatura a mano c.d. a spirale. Qui la manualità è d’obbligo. Esperienza idem.

Tutto ciò, previo utilizzo dell’alesametro con comparatore centesimale: uno strumento utilissimo per rilevare la profondità della rigatura da eliminare!

Nel mentre la testata è stata portata in rettifica presso i nostri partner specializzati in spianatura. Ecco le operazioni principali per rettificare la testata:

  • Rettifica piano testa;
  • Sostituzione sedi valvole;
  • Sostituzione valvole;
  • Prova idraulica;
  • Registrazione punterie.

Non solo, bisogna fare attenzione anche al piano blocco motore: i nostri meccanici l’hanno liberato dai residui delle guarnizioni e completamente pulito dalle parti carboniose che si formano nel normale utilizzo.

Dopodiché, solitamente si procede alla verifica delle fasce dei pistoni, alla pulizia della coppa e al check del pescaggio olio.

rigatura cilindro movento testata rettifica

Riassemblaggio della testata

Una volta che la testata è rientrata in officina, occorre procedere immediatamente ad un’attenta verifica delle sue intercapedini: non devono essere presenti residui di rettifica!

Quindi siamo partiti con la fase di riassemblaggio. Ecco come procedere:

  • Inseriamo i pistoni grazie al mandafasce;
  • Stringiamo le bielle avendo cura di usare i corretti Nm di serraggio;
  • Richiudiamo la coppa;
  • Posizioniamo la guarnizione nuova;
  • Infine montiamo la testata revisionata.

Importante: i bulloni testa vanno obbligatoriamente sostituiti, da stringere anch’essi con i corretti Nm nonché in sequenza esatta.

Un esempio? Ecco nello specifico i dati tecnici di serraggio per la Ford Fiesta 1.25 16v:

sequenza serraggio testata Ford Fiesta 1.25 16v

Quanto stringere i bulloni?

  1. FASE 1: 5 Nm;
  2. FASE 2: 15 Nm;
  3. FASE 3: 35 Nm;
  4. FASE 4: 75°.

Concludiamo la fase di riassemblaggio con la sostituzione del kit distribuzione e pompa dell’acqua.

Collaudare la nuova testata

Testata rimontata, passiamo alla fase di collaudo.

Una volta immesso il nuovo olio ed il liquido antigelo (circa 6 litri), abbiamo eseguito lo spurgo dell’aria dell’impianto di raffreddamento. Ecco come si esegue:

  • Mettiamo in moto;
  • Attendiamo che l’elettroventola si inserisca più volte;
  • Teniamo sotto controllo con la diagnosi i valori in real-time della temperatura del motore. Questo perché, nel nostro caso specifico, l’elettroventola del motore Ford Fiesta 1.25 16v si inserisce a 110° (e non come usuale a 92°);
  • Lasciamo riposare per circa trenta minuti;
  • Rabbocchiamo il liquido mancante e
  • Azzeriamo gli errori in centralina.

Adesso possiamo provare il veicolo in strada!

In questi casi è consigliabile una prova di almeno 15km.

Una volta tornati in officina, si verifica nuovamente il livello dell’antigelo e il livello olio (potrebbe essere necessario rabboccare).

Quanto costa la rettifica di una testata?

Intanto, è fondamentale provare l’auto insieme al cliente prima della consegna: in questo modo diamo consapevolezza della bontà del lavoro.

Per la fatturazione, sfruttiamo il preventivo finale redatto precedentemente e, qualora ci siano variazioni, è molto importante giustificarle adeguatamente.

Quindi quanto è costata la revisione completa del piano testa? Ecco un po’ di numeri indicativi e inclusivi dei lavori complementari.

Come avrete potuto constatare, questa lavorazione ha evidenziato una complessità medio-alta e tempi lunghi: ecco perchè la rettifica della testata è costata 1700€.

Costo revisione testata (suddivisione %)

Fissa direttamente da qui data e ora dell'intervento

Puoi prenotare anche da smartphone/tablet

Bastano meno di due minuti!

 

In alternativa, per un preventivo o per qualsiasi altra informazione chiama il

3290706279